Fase 2: stilista brucia 9 abiti da sposa

Fase 2: stilista brucia 9 abiti da sposa
'Nessuna data di riapertura per il nostro comparto'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VEGLIE (LECCE), 30 APR - Per protesta contro le ultime disposizioni governative, questa mattina Pietro Demita, stilista titolare della Diamond Couture di Veglie, ha dato fuoco a nove abiti da sposa della sua ultima collezione primavera-estate. E' stato lo stesso stilista salentino, che produce artigianalmente abiti da sposa e da cerimonia, a far conoscere il suo gesto su Facebook, dopo aver bruciato i preziosi e voluminosi abiti nel retro del magazzino, in modo protetto su terreno privato. "Ho dato fuoco alle mie creazioni, al frutto del mio talento - spiega al telefono lo stilista salentino - per dare un segnale forte di protesta nei confronti di uno Stato che ha ignorato il nostro mondo, quello del wedding. Nessuna data, nessuna citazione nelle ultime disposizioni governative riguardanti la Fase 2.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il nuovo patto Ue per la migrazione "inaugurerà un'era mortale di sorveglianza digitale"

Elezioni Ue, Grecia: disoccupazione alta e salari bassi preoccupano i giovani

Le notizie del giorno | 17 aprile - Serale