ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Più investimenti pubblici per uscire dalla crisi

Più investimenti pubblici per uscire dalla crisi
Diritti d'autore
euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Nella zona-euro, il fabbisogno di finanziamenti bancari supplementari delle PMI è diminuito dal 6% del PIL nel 2015 al 3% del PIL nel 2019.

Si tratta di circa 400 miliardi di euro. Questo è il risultato di bassi tassi di interesse sui prestiti bancari e di una maggiore disponibilità di prestiti bancari grazie al supporto della BCE. Con un aumento dell'offerta di prestiti specie nei paesi “core”: (Germania, Francia, Belgio e Paesi Bassi).

Il divario più grande tra la domanda e l'offerta di prestiti bancari delle PMI è nei Paesi Bassi (22% del PIL). Seguono Belgio (14%), Francia (9%) e Italia (4%).

Allo stesso tempo, i maggiori aumenti dell'offerta di prestiti bancari si sono registrati in Francia (+ 78%), Paesi Bassi (+ 38%) e Germania (+ 34%). Segno che le banche, in questi paesi, godono di buona salutesono. Le PMI in Grecia sono ancora fortemente colpite dalla mancanza di accesso ai finanziamenti: un grande problema per quarto di loro. Stesso problema anche per le PMI in Italia, Irlanda e Francia.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.