ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sfregiò la ex,condanna a 14 anni6 mesi

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – FIRENZE, 25 OTT – Non accettava la fine della
relazione con l’ex compagna ma scoprì dove era andata a vivere
coi loro figli (quattro), la raggiunse e quindi la accoltellò
gravemente, causandole la perdita della vista da un occhio e
sfregiandole il volto. Ora, per questo fatto risalente al 19
settembre 2018, il tribunale di Firenze ha condannato a 14 anni
e 6 mesi per lesioni gravissime derivate da maltrattamenti,
l’aggressore, Senedin Ibrahimi, 45 anni, originario di Pristina
(Kosovo). L’episodio avvenne a Pelago (Firenze) e fu il culmine
di una vicenda di violenze fisiche e psicologiche che duravano
da anni e che avevano già portato l’aprile 2018 a una prima
condanna dell’uomo a 2 anni e 2 mesi in abbreviato. Invece,
nella circostanza del settembre 2018 la donna, 36 anni, con
prontezza riuscì a non subire colpi mortali afferrando il
braccio con cui l’uomo impugnava il coltello e deviando verso
l’alto il fendente.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.