ULTIM'ORA

The Brief from Brussels: il sogno infranto di Tirana e Skopje

The Brief from Brussels: il sogno infranto di Tirana e Skopje
Diritti d'autore
رويترز
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Il sogno di un futuro europeo per Albania e Macedonia del Nord sembra scontrarsi con una dura realtà. Durante la riunione dei ministri degli esteri in Lussemburgo La Francia ha bloccato l'apertura dei colloqui di adesione, creando una spaccatura con Bruxelles.

La Commissione europea aveva invitato i paesi dell'UE a dare il via ai negoziati. Un messaggio ribadito dal Commissario europeo Avramopoulos:

"Vorrei fare un commento politico, esprimendo quello in cui credo. Facciamo molta attenzione con i Balcani. Non lasciamo che i Balcani vengano rimbalzati nello stesso modo in cui è stato fatto in passato".

La Francia difende la sua posizione puntando il dito contro il sistema e sostenendo che è necessaria una riforma del processo di adesione. Posizione condivisa dai paesi bassi.

Ma, secondo alcuni, questa decisione rischia di rivelarsi dannosa per le relazioni tra l'Unione europea e i due paesi, in particolare per la Macedonia del Nord.

"Il messaggio che l'UE invia a questi paesi è: non importa cosa facciate, tanto noi non vi accoglieremo - commenta l'eurodeputata olandese Kati Piri. - Penso che questo sia un messaggio catastrofico, soprattutto per un paese che ha fatto riforme molto dure. Non solo cambiando nome, me che ha anche fatto passi avanti sulla democrazia. Adesso lo abbandoniamo cosi".

I leader europei durante il prossimo vertice dovranno concentrarsi sulla Brexit, ma le divisioni sui Balcani occidentali potrebbero creare delle crepe nelle relazioni tra Francia e Germania.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.