ULTIM'ORA

Mancini "sport unisce, no a ogni guerra"

Mancini "sport unisce, no a ogni guerra"
Il ct: "Nel 2020 tutto si deve poter risolvere con il dialogo"
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 15 OTT – “Penso che lo sport sia l’unico mezzo
che avvicina e non allontana le persone”. Il ct Roberto Mancini
così ha commentato i fatti accaduti in Bulgaria, dove ieri sera
la partita contro l’Inghilterra è stata interrotta a causa dei
cori razzisti contro i giocatori inglesi di colore. “Gli uomini
di sport, che lavorano con persone di tutte le etnie e di ogni
colore, devono avvicinare”. Mancini si è espresso anche sulle
polemiche per il saluto militare dei giocatori della Turchia nei
giorni dell’operazione militare di Ankara in Siria, e sulla
richiesta di non giocare la prossima finale Champions a
Istanbul. “Sono contrario ad ogni tipo di guerra – le parole del
ct azzurro – qualsiasi sia la motivazione. Siamo nel 2020, tutto
si deve poter risolvere dialogando. Quanto a Istanbul, lì ho
lavorato un anno, posso solo dire che è una città meravigliosa,
abitata da persone meravigliose”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.