Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

India: "figuraccia spaziale"

India: "figuraccia spaziale"
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Facce lunghe ed espressioni di delusione per una figuraccia mondiale. L'India perde il contatto con il lander che avrebbe dovuto atterrare sulla luna e rendere il paese la quarta nazione dopo Stati Uniti, ex Unione Sovietica e Cina a posarsi sul nostro satellite.

"La discesa è andata come pianificato ed è stata osservata una normale attività fino a un'altitudine di 2,1 chilometri. Successivamente, la comunicazione è stata persa e stiamo analizzando i dati", ha detto il capo dell'operazione di fronte a un ancor più imbarazzato premier indiano Narendra Modi che non ha potuto fare altro che far buon viso a un cattivo, per non dire pessimo gioco.

Prese in giro per il fallimento indiano

L'operazione era ambiziosa. Costata 142 milioni di dollari la sonda era stata lanciata il 22 luglio, a ridosso delle celebrazioni per i 50 del primo uomo sulla Luna, era il una sorta di biglietto da visita dell'agenzia spaziale indiana (Isro, Indian Space Research Organisation) intenzionata a portare un uomo sulla Luna nel 2022, ossia due anni prima rispetto a quanto gli Stati Uniti hanno dichiarato di voler fare con il programma Artemis.

Pianto ingegnere capo sorretto dal premier