Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Gran Canaria, 9000 le persone evacuate a causa degli incendi

Gran Canaria, 9000 le persone evacuate a causa degli incendi
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Continua a salire il numero degli evacuati sull'isola di Gran Canaria (Spagna) a causa del violento incendio scoppiato sabato, che ha già bruciato 6.000 ettari di vegetazione.

Sono 9.000 le persone che sono state costrette a lasciare le proprie abitazioni nel nord dell'isola, mentre le fiamme avanzano "inarrestabili".

Le imponenti forze dei pompieri

Sedici tra aerei ed elicotteri ed oltre 700 i Vigili del Fuoco stanno lavorando per contenere fiamme, alte anche 50 metri, sulla terza isola più grande dell'arcipelago spagnolo, posizionata di fonte alla costa atlantica del Marocco meridionale.

"Non possiamo riposare durante la notte perché pensiamo continuamente a cosa succederà - dice questa residente - c'è molto vento a Tejeda e non sappiamo cosa accadrà durante la notte, perché il supporto aereo non può volare e gli equipaggi di terra non possono fare molto se c'è vento, dovendo sfuggire a quelle enormi fiamme".

Minacciato il Parco di Tamadaba

Il fronte principale dell'incendio si trova nel Parco naturale di Tamadaba, che si estende per 7.500 ettari all'interno di un'area dichiarata dall'Unesco Riserva della Biosfera.

Si tratta di ambiti naturali che ospitano alcune delle pinete più antiche delle Canarie.

I rischi costanti di Tejeda

L'incendio, iniziato sabato vicino alla cittadina di Tejeda, sta avanzando su più fronti, spinto da una combinazione di alte temperature, venti forti e bassa umidità.

Il fuoco ha colpito la parte centrale montuosa dell'isola piuttosto che le zone costiere frequentate da turisti nei mesi estivi.