Deutsche bank annuncia tagli per 18mila posti di lavoro entro il 2022

Deutsche bank annuncia tagli per 18mila posti di lavoro entro il 2022
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un maxi piano di ristrutturazione che prevede una riduzione di costi di circa 6 miliardi arrivando a mantenere 74mila posti di lavoro.

PUBBLICITÀ

Tempo scaduto per Deutsche bank, e fine corsa anche per 18mila suoi lavoratori, tanti i tagli decisi dall'istituto nell'ambito della maxi ristrutturazione. Il taglio dei 18mila posti di lavoro annunciato in una nota dall'istituto, dopo i rumor già serpeggiati il 6 luglio, avverrà entro il 2022 e i costi totali dell'operazione equivarranno a 7,4 miliardi.

Nel maxi piano di ristrutturazione, annunciato con una nota al termine del board, sono state inserite diverse misure, a partire da una riduzione del 40% degli asset allocati in corporate e investment banking e l'uscita dal Global equity, insieme alla creazione di una bad bank in cui saranno trasferiti asset per 74 miliardi di euro. A fare i primi scatoloni saranno i dipendenti Asiatici e quelli dell'area del pacifico dove i tagli riguarderanno attività di equity.

Il piano, si legge nella nota, punta a consentire a Deutsche Bank di concentrarsi e investire nelle sue attività "core": come investimenti, finanziamenti, mercati valutari e consulenze.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La zona Euro rallenta. La frenata teutonica e l'Italia maglia nera

Deutsche Bank reiventata: "Ci liberiamo di cose che non portano profitto"

Deutsch Bank pensa a una "Bad Bank"