Giro: Nibali, dovrò inventarmi qualcosa

Giro: Nibali, dovrò inventarmi qualcosa
'Non sarà facile: lui è forte, in gamba e pronto per vincere'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PONTE DI LEGNO (BRESCIA), 28 MAG - "A quel punto era giusto procedere assieme e collaborare, in modo da guadagnare su Roglic. Come si recupera quell'1'47" su Carapaz? Non lo so. Sarà davvero complicato, perché ha dimostrato di essere molto forte. Sono contento per quello che ho guadagnato su Roglic, l'annullamento del Gavia probabilmente ci ha tolto qualcosa d'importante". Così Vincenzo Nibali, dopo la fine della 16/a tappa, a Ponte di Legno (Brescia). "E' stata una giornata molto dura, fredda, soprattutto nel finale - aggiunge -. Sapevo che ci sarebbe stata pioggia e infatti mi ero portato dietro la mantellina. Quello che abbiamo cercato di fare attaccando è stato positivo perché ci ha permesso di guadagnare su Roglic. Adesso dovrò inventarmi qualcosa per battere Carapaz, anche se non è semplice. Lui è in gamba, forte e pronto per questo Giro d'Italia".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Svizzera, referendum pensioni: sì ad aumento, no all'età a 66 anni

Russia, sei membri dell'Isis uccisi dall'antiterrorismo in Inguscezia

Portogallo: oltre 200mila elettori alle urne per il voto anticipato