ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Judo: cellulare nel kimono,squalificato

Judo: cellulare nel kimono,squalificato
Egutidze si era dimenticato di averlo addosso, cade sul tatami
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 12 MAG – Un inedito, e divertente anche se non
per il diretto interessato, episodio è accaduto durante un
combattimento del Grand Slam di judo a Baku. Sul tatami sono
scesi per affrontarsi, per la categoria 81 kg, lo svedese Robin
Pacek e il portoghese Anri Egutidze. Solo che quest’ultimo si
era dimenticato di avere con sé, infilato nel kimono, il
telefonino che gli è caduto in terra dopo appena 13’‘ di match.
Il cellulare è stato afferrato da Pacek, anche per evitare che
venisse calpestato, ma l’arbitro è stato inflessibile e,
applicando il regolamento che vieta di portare con sé oggetti
‘esterni’ al momento dell’incontro, ha decretato la sconfitta
per ‘hansoku make’ di Egutidze, nonostante le scene di
disperazione dello smemorato lusitano.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.