ULTIM'ORA

In vista del summit del 10 aprile

In vista del summit del 10 aprile
Dimensioni di testo Aa Aa

Le considerazioni del nostro corrispondente a Bruxelles. "Quando l'auto di Theresa May si fermerà qui, questo mercoledì, la premier sarà ben cosciente di avere il destino del Regno Unito e i rapporti fucon l'Unione Europea nelle sue mani.

Con molti rischi riusciranno Londra e Bruxelles a trovare un compromesso dell'ultimo minuto oppure il Regno Unito uscirà dall'Unione alla mezzanotte di venerdì senza un accordo?

I leader europei hanno consumato questo tappeto rosso per cercare di trovare una soluzione alla Brexit, ma la loro pazienza è agli sgoccioli.

Potrebbero adesso offrire un altro anno se saranno convinti che ci sia un progetto per sciogliere il nodo gordiano di Westminster.

Ma un'estensione del genere non sarebbe facile da rivendere politicamente in patria per Theresa May.

Centinaia di giornalisti affolleranno la sala stampa cercando divisioni. In un angolo il presidente francese Emmanuel Macron che chiederà un caro prezzo per ogni ritardo, In un altro gli irlandesi che condividono un confine con il Regno Unito e vorrebbero disperatamente evitare il caos di un mancato accordo. In fin dei conti quello che si deciderà qui avrà conseguenze per l'intero continente.

In fin dei conti il Regno Unito vuole la flessibilità di poter lasciare l'Unione Europea non appena si arriverà a un accordo, anche se questo fosse prima delle elezioni europee.

Al contrario Bruxelles insiste sul fatto che Londra non provochi nuovi mal di testa per gli affari futuri.

In ogni caso i dubbi si scioglieranno questa settimana. Cosa si lascerà alle spalle tutto questo invece, non è certo".

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.