Argentina, in piazza contro l'aborto legale

Argentina, in piazza contro l'aborto legale
Diritti d'autore أ. ب.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I manifestanti chiedono al parlamento di non riconoscere il diritto alle donne di interrompere la gravidanza

PUBBLICITÀ

Sono tornati a manifestare in Argentina i gruppi contrari alla legalizzazione dell'aborto. Nella capitale e in altre 200 località del paese decine di migliaia di persone hanno chiesto al parlamento di respingere le proposte di legge volte a far uscire dalla clandestinità le donne costrette a una interruzione di gravidanza.Un testo in questa direzione è stato approvato dalla Camera a giugno scorso, venendo poi bocciato al Senato.

In base alle norme vigenti in Argentina l'aborto è un reato penale, con la sola esclusione dei casi di violenza o di rischio per la salute della gestante. Una applicazione costantemente restrittiva della legge attuale produce ogni anno casi di evidente iniquità. Ultimo in ordine di tempo quello di una bambina di 11 anni della provincia di Tucuman, violentata da un familiare di 65 anni, la quale si è vista negare il diritto di interrompere la gravidanza per l'intervento delle autorità locali.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia: il Parlamento francese approva il diritto costituzionale all’aborto

Russia, stretta sull'aborto: in arrivo nuove leggi per vietare l'interruzione di gravidanza

Il Parlamento europeo omaggia con il premio Sakharov la lotta per la libertà delle iraniane