Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Brexit: 3 deputate conservatrici lasciano il partito

Brexit: 3 deputate conservatrici lasciano il partito
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Una gestione disastrosa della Brexit. E' l'accusa piu' dura che tre deputate del partito conservatore britannico hanno rivolto al primo ministro Theresa May prima di lasciare il partito e unirsi al Gruppo Indipendente. Sarah Wollaston, Anna Soubry e Heidi Allen si uniranno agli 8 deputati ex laburisti fuoriusciti dal partito giorni fa in polemica con il segretario Jeremy Corbyn.

"I conservatori si sono sempre distinti per competenze economiche - ha dichiarato Heidi Allen- Ma da quando abbiamo permesso a un ministro del governo di mandare a quel paese gli affari, da quando abbiamo un primo ministro ostaggio degli estremisti della brexit e che sta trascinando il Paese e il Parlamento sull'orlo di un abisso senza uscita, be allora è tutto finito...io voglio far parte di qualcosa di meglio, un partito in cui le persone votino perchè vogliono farlo e non perche sentono di doverlo fare".

Un governo, per i ribelli, ostaggio degli unionisti nordirlandesi e dell'European Research Group, organizzazione parlamentare coinvolta nei negoziati con una posizione intransigente rispetto all'Europa.

01:06 SOT ANNA SOUBRY, REBEL CONSERVATIVE MP

"Parliamo ai milioni di persone che si sentono abbandonate e non rapresentate dai due principali partiti ormai vecchi, come gli altri del resto - ha detto Anna Soubry- Noi condividiamo gli stessi valori, gli stessi sogni e le stesse aspirazioni. Come tutti anche noi siamo stanchi delle etichette. Siamo stanche di questo tribalismo e della politica britannica dominata dalle sue componenti piu' estremiste. E' tempo di cambiare e noi siamo una squadra che con il vostro supporto puo' ottenere questo cambiamento".

L’uscita delle tre deputate dal partito complica le cose per Theresa May che potrà contare su una maggioranza piu' esigua alla camera dei Comuni dove il 27 febbraio arriverà in votazione la proposta di accordo con l'Unione Europea.