EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Alla Dakar il primo ragazzo affetto da sindrome di down

Alla Dakar il primo ragazzo affetto da sindrome di down
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Lucas Barron, peruviano 25enne, sarà copilota per il padre. Al via il 6 gennaio il rally più duro del mondo

PUBBLICITÀ

Farà la storia quando, domenica 6, si posizionerà sulla linea di partenza della Dakar in Perù: Lucas Barron è la prima persona affetta da sindrome di down a partecipare al rally più famoso e duro del mondo.

Peruviano, 25 anni, sarà copilota per il padre Jacques e affronterà la corsa di 5.000 chilometri: una maratona di 10 giorni, il 70% su sabbia.

"Lui è gli occhi della macchina, guarda se ci sono altri concorrenti - ha detto il padre -. Noi corriamo nel deserto, tra le dune, non in pista, quindi ci può sempre essere qualcuno molto vicino che non vedi. L'ultima volta due auto arrivavano a 300 km all'ora nella nostra direzione, meno male che le ha viste".

Il ragazzo si è preparato per mesi per vivere il suo sogno: correre in un deserto che conosce come le sue tasche. Il suo segreto? L'impegno e la tenacia, come racconta lui stesso: "Se vuoi fare qualcosa di speciale, lavora duramente e raggiungi l’obiettivo".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Dakar: quarta tappa spettacolare nel deserto peruviano

Ott Tanak vince il Rally di Finlandia

Rally Dakar, svelati i dettagli della 44esima edizione