Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alghero, il dolore per il femminicidio

Alghero, il dolore per il femminicidio
Lo zio di Michela ringrazia tutti per l'abbraccio collettivo
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - ALGHERO, 29 DICE - "Grazie a tutti". Giuseppe Fiori, zio di Michela, lo urla sedendosi su uno dei van con cui i familiari accompagnano in cimitero la bara della 40enne strangolata a morte dal marito, Marcello Tilloca, 42 anni, la mattina di domenica 23 dicembre. Per una settimana i parenti hanno testato la solidarietà di una città che gli è stata vicina in questo Natale segnato dalla tragedia. Oggi lutto cittadino con gli uffici pubblici che hanno esposto le bandiere a mezz'asta. Bar e negozi sono rimasti chiuse per due ore. Il silenzio di un sabato mattina soleggiato e mite ha accompagnato la famiglia Fiori a dare l'ultimo saluto a Michela. Il corteo partito dalla chiesa del Santissimo Nome di Gesù ha raggiunto piazza Sulis alle 10. Da lì la bara è stata portata in spalla sino alla cattedrale, lungo un percorso aperto dalla banda cittadina. Alle spalle del feretro c'erano i parenti: la madre Giuseppina, impietrita da una morte di cui ha saputo mentre si trovava in nave.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.