ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dagli USA un omaggio al Giappone dell'auto

Lettura in corso:

Dagli USA un omaggio al Giappone dell'auto

Dagli USA un omaggio al Giappone dell'auto
Dimensioni di testo Aa Aa

Avveniristiche forme dal passato e ciclopi a tre ruote, incarnazione di un design distante anni luce da quello contemporaneo. Da modelli più originali a sempreverdi linee sportive, il segno lasciato dal Giappone all'industria dell'auto è protagonista di due mostre, ospitate a Los Angeles dal Petersen Automotive Museum.

A riassumere portata e valore dell'eredità lasciata dal Giappone all'industria mondiale dell'auto è lo storico del museo, Leslie Kendall. "Henry Ford avrà anche inventato la catena di montaggio - dice -, ma sono stati i giapponesi a perfezionare le tecniche di assemblaggio. Sono stati loro a rivoluzionare le tecniche, introducendo il principio del 'just in time', che vincola la produzione a domanda e ordini. Loro a erigere l'efficienza a principio cardine, ma anche a investire molto nella mano d'opera, nella salute fisica e mentale dei lavoratori. Un approccio a tutto tondo che ha segnato l'industria automobilistica per decenni".

In programma fino ad aprile, le mostre The Roots of Monozukuri: Creative Spirite in Japanese Automaking e Fine Tuning: Japanese/American Customs si concentrano rispettivamente sulla filosofia e l'evoluzione del design giapponese dell'auto da una parte e sulla reciproca influenza tra l'industria nipponica e quella statunitense dall'altra.

Altro da Cult