ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Lettonia contro il diffondersi della falsa notizia sui ragni mortali | The Cube

Lettura in corso:

La Lettonia contro il diffondersi della falsa notizia sui ragni mortali | The Cube

La Lettonia contro il diffondersi della falsa notizia sui ragni mortali | The Cube
Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità lettoni hanno messo in guardia la popolazione contro il diffondersi di fake news dopo l'apparizione di una serie di affissioni a Riga in cui veniva dato l'allarme per l'apparizione di una colonia di ragni mortali nella capitale del paese.

L'ispettorato di salute della Lettonia ha diffuso lunedì scorso un comunicato per confermare che non ha mai preso parte nella creazione e distribuzione dei manifesti che, ad una prima occhiata, appaiono "ufficiali".

Potete vedere uno dei poster qui sotto. In esso si dice ai cittadini lettoni di chiamare il numero per le emergenze se in presenza di un ragno con queste fattezze:

La polizia locale ha lanciato un'indagine per trovare il creatore dei manifesti e chi li ha affissi. Esiste il filmato di una telecamera di sicurezza che mostra il sospetto in azione. La multa potrebbe arrivare fino a 7mila euro.

C'è un briciolo di verità nella storia?

Nonostante ai lettoni sia stato assicurato che i manifesti non sono stati diffusi da un ente governativo ufficiale, qualcuno continua a chiedersi se le informazioni contenuti nelle affissioni siano credibili.

L'Università della Lettonia ha detto di aver consultato il capo della sua facoltà di biologia il quale ha confermato che i ragni descritti non possono essere trovati in Lettonia. Anche se lo fossero, non sarebbero pericolosi per l'uomo.

Reazioni da parte dei lettoni

Sui social media i lettoni hanno reagito con una buona dose di ironia, in generale. Un utente di Facebook ha scritto di non trovare la situazione preoccupante ma si è detto interessato a scoprire chi avesse messo in giro l'idea "con così tanta energia". "Ho due suggerimenti: l'Uomo ragno o il Dr. Male".

Altri utenti hanno rassicurato gli amici, dicendo loro che i manifesti erano falsi e potevano "dormire tranquillamente".

Tuttavia, alcune persone si sono dette meno divertite dalla trovata. "Questo non è uno scherzo, è un crimine", ha scritto Aleksejs. "Questa azione stupida potrebbe intasare il servizio di soccorso impedendogli di operare in situazioni di emergenza in tempo reale. La pena è troppo lieve".