Israele diventa "Stato del popolo ebraico"

Israele diventa "Stato del popolo ebraico"
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Approvata la legge contestata dai deputati arabi, che rappresentano il 20 percento della popolazione

PUBBLICITÀ

Dopo 8 ore di discussione è passata nel parlamento israeliano la controversa legge che qualifica Israele come Stato nazionale del popolo ebraico, la cui lingua ufficiale e i simboli sono appunto correlati solo ed esclusivamente a questo popolo, All'arabo viene riconosciuto uno 'status particolare'.

"Continueremo ad assicurare i diritti civili nella democrazia israeliana - dice il premier Benjamin Netanyahu - questi non verranno toccati, ma anche la maggioranza ha dei diritti e la maggioranza decide. La maggioranza assoluta vuole riconoscere al nostro Stato il carattere ebraico per le generazioni che verranno".

I deputati arabi hanno aspramente osteggiato questa legge.

"La legge Stato-nazione è un reato d'odio. La minoranza araba, i cittadini arabi sono totalmente discriminati" dice il deputato arabo, Ahmed Tibi.

Gli arabi in Israele rappresentano il 20 percento della popolazione e adesso temono di essere trattati da cittadini di serie B. Preoccupazione condivisa anche da Amir Fuchs, ricercatore a "Israeli democracy institute": "Il problema è che questa legge cambia l'equilibrio tra Israele come democrazia e Israele come Stato ebraico ed è molto chiaro che il legislatore non ha incluso il principio di uguaglianza tra i fondamentali come era scritto nella Dichiarazione di Indipendenza.

Il testo originario addirittura prevedeva l'esclusione degli arabi dagli insediamenti. Parte che è stata poi riscritta limitandosi a promuovere gli insediamenti ebraici.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

I drusi israeliani 'emarginati' da Netanyahu

Gay pride a Gerusalemme: quattro arresti