ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Russia: primi funerali dopo l'incendio. Proteste anti-Putin

euronews_icons_loading
Russia: primi funerali dopo l'incendio. Proteste anti-Putin
Dimensioni di testo Aa Aa

Le bandiere a mezz'asta, le veglie, i fiori e le candele sul luogo del disastro, il dubbio dei superstiti che i morti siano di più; nel giorno del lutto nazionale in Russia, le famiglie iniziano a celebrare i funerali dei loro congiunti vittime dell'incendio di domenica in un mall di Kemerovo in Siberia. 64 vittime, di cui 41 bambini, cause del disastro ignote.

Il presidente Putin ha auspicato che non siano una sceneggiata i controlli sulla sicurezza nei mall. Provvedimento tardivo, mentre almeno una veglia, a Mosca, si traduce in una protesta contro di lui. "Putin dimettiti" è l'urlo che arriva appena 10 giorni dopo la rielezione del presidente al quarto mandato. Con il suo oppositore Alexei Navalny in piazza a manifestare e la rabbia di tanti russi a cui non bastano 5 arresti per una tragedia che, forse figlia di un corto-circuito, forse della troppa corruzione che inquina le ispezioni, semplicemente non doveva succedere.