Londra, imprecisato il numero dei dispersi

Londra, imprecisato il numero dei dispersi
Diritti d'autore 
Di Gioia Salvatori
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Indiscrezioni dall'inchiesta sull'incendio: "mancavano barriere antincendio"

PUBBLICITÀ

Si presentava così, stamattina, come uno scheletro annerito e ancora fumante, la Grenfell tower andata a fuoco ieri notte a Londra, a Kensington. I vigili del fuoco hanno lavorato tutta la notte per spegnere i focolai, ma fiamme sono ancora visibili all’interno. La conta dei morti sale a 17 ma i dispersi sono molti di più; tra questi due ragazzi italiani Gloria Trevisan e Marco Gottardi.
Tra i 74 feriti, 34 restano in ospedale, 18 gravi. Per tutta la notte la città si è mobilitata in aiuto degli sfollati, 120 famiglie. Lo shock per le scene vissute è forte: “Il fuoco è iniziato dall’esterno poi è salito fino al tetto e alla base dell’edificio. E poi abbiamo visto tanti bambini e padri e madri alle finestre. Gridavano e chiedevano aiuto”- racconta un testimone oculare. “Vedevo oggetti cadere, venire giù dall’edificio. E quando il mio amico mi ha detto che c’era gente che si buttava non ero più in me, l’unica cosa che so è che c’erano persone che venivano giù urlando e strillando” – racconta un altro.
Intanto emergono indiscrezioni sull’inchiesta; a quanto pare i documenti relativi alle ultime ristrutturazioni non fanno menzione di certe barriere antincendio che secondo gli esperti dovrebbero essere istallate in edifici del genere.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Regno Unito: la prima passeggiata della baby giraffa allo zoo di Chester

Regno Unito: re Carlo appare in pubblico per la messa di Pasqua, assenti William e Kate

Kate Middleton annuncia di avere il cancro: messaggi per la principessa da tutto il mondo