Lisbona apre a Uber, protesta dei tassisti contro il governo

Lisbona apre a Uber, protesta dei tassisti contro il governo
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Centinaia di tassisti portoghesi hanno manifestato a Lisbona provocando un mega ingorgo sulla strada per l’aeroporto.

PUBBLICITÀ

Centinaia di tassisti portoghesi hanno manifestato a Lisbona provocando un mega ingorgo sulla strada per l’aeroporto.

In seimila, secondo gli organizzatori, protestavano contro i servizi via web che assicurano servizi di trasporto con conducenti non professionisti, accusati di concorrenza sleale.

“Questa situazione non può continuare. Noi vogliamo trattare ad armi pari, ma ovviamente se non accade non potremo in nessun caso permettere una competizione sleale”.

Alla protesta hanno partecipato anche i tassisti spagnoli, presenti con una loro delegazione a Lisbona.

“Siamo qui perché abbiamo gli stessi problemi che in Portogallo. Per questo siamo qui a sostenere la lotta, perché dobbiamo essere uniti a livello europeo, questo è un problema molto serio”.

Il governo portoghese prevede di legalizzare i servizi forniti da privati imponendo loro 30 ore di formazione, invece delle 150 previste per i tassisti, e una assicurazione per il trasporto di passeggeri; una norma che per gli oppositori è fatta su misura per gli interessi delle piattaforme digitali.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Protesta in Georgia contro la "legge russa" sugli agenti stranieri, scontri con la polizia e arresti

Georgia, legge sugli "agenti stranieri": arresti in piazza e scontri in Parlamento

Attacco dell'Iran, G7: “Sostegno a Israele, evitare escalation in Medio Oriente"