EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Sud Sudan, le violenze si intensificano: l'Onu invoca lo stop

Sud Sudan, le violenze si intensificano: l'Onu invoca lo stop
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In un tweet, la missione Onu a Giuba parla di scontri a fuoco nell'area dell'Un House. All'unanimità il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha chiesto l'immediata cessazione delle violenze

PUBBLICITÀ

I morti sarebbero già oltre 250. Gli scontri iniziati due giorni fa continuano ad intensificarsi in Sud Sudan. Anche questo lunedì nella capitale infuriano i combattimenti con l’artiglieria pesante. In un tweet, la missione Onu a Giuba parla di scontri a fuoco nell’area dell’Un House. All’unanimità il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha chiesto l’immediata cessazione delle violenze:

“I membri del Consiglio di Sicurezza hanno insistito sul fatto che gli attacchi contro i civili e i siti dell’Onu possono essere considerati come crimini di guerra – ha affermato Koro Besso -il Consiglio di sicurezza è pronto ad aumentare il contingente della Missione in Sud Sudan, UNMISS per permettere alla comunita internazionale di far fronte al problema”.

Almeno un casco blu cinese ha perso la vita e alcuni caschi blu ruandesi sono rimasti feriti. Il motivo della ripresa della guerra civile non è noto, si affrontano da una parte le truppe governative del presidente Salva Kiir e i ribelli fedeli al vicepresidente Riek Machar. Gli scontri hanno provocato una grave crisi umanitaria nel Paese, poverissimo nonostante le ingenti riserve petrolifere.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Sudan, un anno di guerra: donatori a Parigi, Germania promette milioni di aiuti

Commissione Ue, mano tesa agli agricoltori in vista delle elezioni europee

Sudan: il Consiglio di sicurezza dell'Onu approva la mozione per il cessate il fuoco per il Ramadan