Euro 2016: Islanda, ritorno in patria da trionfatori

Euro 2016: Islanda, ritorno in patria da trionfatori
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Pareva esserci la nazione intera ad accogliere la squadra che ha fatto innamorare tutti battendo l'Inghilterra, uscita nei quarti per mano della Francia.

PUBBLICITÀ

Qualunque delle quattro pretendenti ancora in lizza per aggiudicarsi gli Europei 2016 difficilmente, alzando la coppa davanti ai propri tifosi, avrà un’accoglienza come quella degli “eroi della terra di ghiaccio”, tornati lunedì a Reykiavik.

All’Islanda rivelazione non è bastata la spinta dell’Europa quasi intera per avere ragione della Francia nei quarti, ma la sua prima partecipazione alla fase finale del torneo continentale rimarrà sicuramente negli occhi di tanti, non necessariamente appasisonati di calcio.

Che la squadra tutto cuore e tanti polmoni potesse davvero arrivare fino in fondo al torneo è stato forse solo un sogno, ma lo spirito di fratellanza che i suoi vichinghi hanno sempre mostrato sul campo vale un premio, che probabilmente sarà il presidente in persona ad assegnare.

E poi c‘è l’ormai famoso “geyser sound”, che questa volta, dopo aver sfilato per le vie della città, i 23 hanno intonato davanti a una folla che pareva la nazione intera (330 mila abitanti) e forse pure qualcuno di più.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Islanda, nei cieli sopra il vulcano attivo visibile l'eclissi solare: poco dopo una nuova eruzione

Islanda: erutta ancora il vulcano a Grindavik, mura per difendere la città

Islanda: lo spettacolo dell'eruzione vulcanica sullo sfondo dell'aurora boreale