ULTIM'ORA

La Banca del Giappone corregge il tiro degli stimoli monetari

La Banca del Giappone corregge il tiro degli stimoli monetari
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Una ridefinizione dei contorni degli stimoli: così la banca centrale del Giappone ha spiegato la sua ultima mossa.

L’ammontare di nuova liquidità pompato mensilmente nell’economia del Sol Levante rimane fermo a 80 mila miliardi di yen, ma l’istituto guidato da Haruhiko Kuroda dall’anno prossimo estenderà i suoi acquisti di bond ai titoli con scadenza a 12 anni.

Sono previsti inoltre 300 miliardi di yen aggiuntivi per l’acquisto di una nuova classe di attività, i cosiddetti exchange-traded funds, cioè i fondi d’investimento quotati in Borsa.

Non tutti però, ma solo quelli che puntano su aziende le quali, come vuole il governo, spendono in infrastrutture e aumentano gli stipendi.

Delusi i mercati, che si aspettavano un aumento quantitativo degli stimoli, ma, come fanno notare gli analisti, la Banca del Giappone ha già il ventre “gonfio” di titoli governativi.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.