Spagna, a una settimana da legislative, 41% di elettori indecisi

Spagna, a una settimana da legislative, 41% di elettori indecisi
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A una settimana dal voto, le legislative spagnole sono ancora un grande punto interrogativo, con il 41% degli elettori indecisi. L’economia e la

PUBBLICITÀ

A una settimana dal voto, le legislative spagnole sono ancora un grande punto interrogativo, con il 41% degli elettori indecisi. L’economia e la disoccupazione restano i temi centrali.

Il Premier conservatore uscente Mariano Rajoy, 60 anni, costretto nei panni del leader anziano difronte a una classe politica sempre più giovane, fa campagna sul valore dell’esperienza per guidare il Paese.

Il socialista Pedro Sànchez è il leader che assicura la lotta tra i due grandi partiti tradizionali: PP contro PSOE. Oggi si terrà il primo faccia a faccia televisivo tra i due.

Ma più in generale il voto si profila come la prima grande battaglia generazionale per la classe politica spagnola e il primo scrutinio a livello nazionale che metta in scena la fine del bipartitismo. Alberto Rivera e la formazione liberale moderata “Ciudadanos” hanno fatto una campagna basata proprio su questo punto: la Spagna non deve guardare nè a destra nè a sinistra, deve guardare avanti.

Sullo stesso piano, quello della necessità di riforma del sistema politico tradizionale, ma sulle posizioni antitetiche della sinistra radicale, “Podemos” e il capolista Pablo Iglesias, 37 anni, sono convinti che la Spagna non debba restare impantanata nel passato. Domenica 20 dicembre, la parola agli elettori.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Spagna, la sinistra fa campagna elettorale sull'edilizia abitativa per conquistare i più giovani

Migranti, alle isole Canarie arrivano sempre più minori non accompagnati: si moltiplicano i centri

Barcellona: trattenuta nave da crociera con 1.500 passeggeri, 69 boliviani con visti Schengen falsi