Crisi migranti: in 3mila ''persi" nei Balcani

Crisi migranti: in 3mila ''persi" nei Balcani
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Persi nei Balcani: è questa la sorte di circa tremila migranti che sono stati scortati dalla polizia croata al confine ungherese. Zagabria ha fatto

PUBBLICITÀ

Persi nei Balcani: è questa la sorte di circa tremila migranti che sono stati scortati dalla polizia croata al confine ungherese. Zagabria ha fatto sapere che i profughi sono stati trasportati con autobus e lasciati dalle autorità serbe sul territorio croato, vicino a Strosinci. Cittadini e croce rossa hanno offerto loro assistenza.

“I migranti sono quindi costretti a venire qui”, spiega un residente di Strosinci. “Lasciamoli passare, lasciamo che mettano in salvo le proprie vite”.

Questi profughi si sentono abbandonati al loro destino. Zagabria ha riaperto il confine con la Serbia dopo le dispute sulla gestione dei migliaia di migranti alle rispettive frontiere. Sono circa due ore di viaggio in Croazia tra Strosinci e Baranjsko Petrovo Selo, vicino al confine ungherese. I migranti vogliono proseguire il loro percorso verso l’Austria e poi la Germania, destinazione finale.

L’Ungheria rappresenta un passaggio obbligato: dall’inizio dell’anno sono stati oltre 250 mila i migranti entrati in territorio ungherese. Budapest è corsa ai ripari blindando i confini: quasi finita anche la costruzione del muro anti-migranti con la Croazia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Dalla Siria all'Europa a 13 anni con un violino

Germania: nell'est i rifugiati non ritrovano l'accoglienza ricevuta a Berlino

Consiglio Interni Ue, documento su redistribuzione migranti approvato a maggioranza