ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Borse europee aprono in forte calo dopo tracollo listini asiatici

Borse europee aprono in forte calo dopo tracollo listini asiatici
Dimensioni di testo Aa Aa

I timori di un rallentamento dell’economia cinese trascinano in rosso i principali listini asiatici e le borse europee aprono in picchiata.

La Borsa di Shanghai ha chiuso con un -8,49%, il declino giornaliero maggiore dal febbraio del 2007, azzerando in pratica i guadagni di inizio anno. Una caduta frenata dal limite di discesa del 10% previsto dalla borsa cinese.

“Come è possibile che i mercati continuino ad andare giù ogni giorno? Uno, due, tre, cinque giorni in discesa senza mai una ripresa – dice He Maizhen, una piccola investitrice di 67 anni – Solitamente assistiamo a una risalita dopo un calo, ma ormai i listini vanno solo in basso e non aumentano. Come è possibile che un mercato crolli in questo modo? Non abbiamo alcuna voglia di investire. Quello che abbiamo guadagnato è andato perso”.

Male anche Tokyo che chiude a -4,61%, e Taiwan, ai minimi da tre anni. La caduta a picco dei listini asiatici si è riversata anche sulle borse europee: i mercati principali – Milano compresa – hanno aperto con perdite superiori al 3%.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.