ULTIM'ORA

L'Argentina in piazza contro il femminicidio

L'Argentina in piazza contro il femminicidio
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

“Non una di meno” con questo slogan, inventato dall’attivista messicana Susana Chavez, è stata lanciata una giornata di mobilitazione che si è anche estesa a Cile e Uruguay.

Nel caso di Buenos Aires la mobilitazione ha riscosso consenso anche per lo scalpore suscitato dal caso di Chiara Paez, una ragazzina 14enne uccisa e sepolta nel giardino della sua casa dal fidanzato, forse con la complicità dei genitori del ragazzo.

Il problema è diventato endemico non solo in America latina. “I giudici, le sentenze, sono queste le cose importanti. Oggi gli aggressori uccidono e l’indomani sono liberi di uccidere ancora perché sanno che non accade nulla”, dice una donna.

Un uomo aggiunge: “Vorrei chiedere scusa a nome di tutti gli uomini in questa società machista. Cresciamo credendo che sia normale offendere le donne in strada, che faccia parte della nostra cultura e non ci rendiamo conto dei danni che facciamo alle donne”.

In Argentina da appena 3 anni il femminicidio è un reato penale.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.