ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Almeno 30 morti prima di una partita di calcio al Cairo

Lettura in corso:

Almeno 30 morti prima di una partita di calcio al Cairo

Almeno 30 morti prima di una partita di calcio al Cairo
Dimensioni di testo Aa Aa

Sono morti per soffocamento da gas lacrimogeni, per le ferite riportate o schiacciati nella folla. Sono almeno 30 le vittime in Egitto negli scontri tra ultrà e forze dell’ordine fuori dallo stadio prima della partita di Premier Ligue tra Zamalek e Enppi.

Dopo gli incidenti la lega calcio egiziana ha sospeso il campionato a tempo indeterminato, benchè la partita sia stata regolarmente giocata. Con l’eccezione di uno dei giocatori dello Zamalek, Omar Gaber, che si è rifiutato di scendere in campo.

I disordini sarebbero cominciati quando il gruppo “Ultras White Knights”, sostenitori dello Zamalek, si sono scontrati con gli agenti apparentemente a causa del limitato numero di biglietti per assistere alla partita: 5.000 rispetto ai circa 10.000 tifosi presenti per la partita all’Air Defence Stadium del Cairo.

Uno scenario non nuovo in Egitto: 3 anni fa, il 1 febbraio 2012, il bilancio era stato di 75 morti allo stadio di Port Said, nel Nord del Paese, negli scontri tra gli ultrà della squadra ospite di el Ahly e quella locale di al Masry.