This content is not available in your region

Tre stranieri spiccano alla guida di Ministeri chiave nel nuovo governo ucraino

Access to the comments Commenti
Di Andrea Neri
euronews_icons_loading
Tre stranieri spiccano alla guida di Ministeri chiave nel nuovo governo ucraino

Dopo un parto durato oltre un mese il Parlamento ucraino dà il via libera ad un governo che affida a 3 stranieri 3 ministeri di primo piano.

Ancora guidato dal Primo Ministro Arseniy Yatsenyuk, il nuovo governo, la cui complessa gestazione è frutto del complesso rapporto tra il Premier e il Presidente Petro Poroshenko, aspira a guidare una rifondazione del Paese.

“Sono certo che riusciremo a fare ciò che è un sogno per milioni di ucraini” ha detto Yatsenyuk. “La nostra missione è difficile, è una missione storica. Tuttavia una responsabilità storica offre una storica possibilità: quella di creare una nuova Ucraina. Sfrutteremo questa opportunità e arriveremo alla nostra meta”.

Tre le personalità cui il Capo dello Stato ha rapidamente concesso la nazionalità ucraina per permettere che assumessero incarichi di governo. Il lituano Aivaras Abromavicius, nuovo Ministro dell’Economia. Alexander Kvitashvili, ex-Ministro della Sanità georgiano che assume il medesimo incarico. Ma soprattutto l’americana d’origini ucraine Natalie Jaresko che guiderà il Ministero delle Finanze.

“La mia esperienza, la mia comprensione della situazione mi dà la possibilità e l’aspirazione a lavorare per il bene dell’Ucraina” ha detto Jaresko.

Sia Jaresko che Abromavicius sono fondatori o partner di grandi gruppi finanziari e d’investimento. Nomine gradite a Washington e che d’altro canto non potranno che avere ricadute positive sul dissesto delle casse dello Stato,