Turismo: meno russi sulle piste di sci in Austria, pesano rublo e Ucraina

Turismo: meno russi sulle piste di sci in Austria, pesano rublo e Ucraina
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
PUBBLICITÀ

Il settore turistico austriaco teme un crollo durante il periodo invernale per la scarsa presenza di amanti della neve russi. La crisi in Ucraina e il rublo debole pesano sulle prenotazioni, in particolare durante il Natale ortodosso, tra il 3 e il 10 gennaio. Un periodo di ritorno al lavoro per altri turisti e durante il quale invece i russi hanno sempre riempito hotel e resort. Il calo potrebbe essere del 20%, secondo la responsabile marketing di un’agenzia turistica.

Carmen Fender, Oetztal Tourism: “Abbiamo già notato che alcuni tour operator, con i quali avevamo stretto una collaborazione molto importante, sono scomparsi dal mercato. Inoltre constatiamo in generale che ci sono minori richieste e prenotazioni da Russia e Ucraina”.

Con sconti e campagne pubblicitarie, l’Austria sta cercando di contrastare la tendenza. Se i soggiorni in Europa in generale – non solo in Austria – vengono ridotti, questo inverno potrebbe beneficiarne il settore di casa. Il turismo in Russia è già aumentato del 20% a novembre rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Giappone: i fiori di ciliegio stanno finalmente sbocciando, migliaia di turisti per i sakura

Dal 31 marzo Romania e Bulgaria entreranno a far parte (parzialmente) dell'area Schengen

Sci a Courchevel: allenatori italiani accusati dai francesi di non pagare le tasse