ULTIM'ORA
This content is not available in your region

L'Europa combatte il traffico degli esseri umani

L'Europa combatte il traffico degli esseri umani
Dimensioni di testo Aa Aa

Domanda di Martha, da Parigi:
“Che cosa fa l’Unione europea per combattere la tratta degli esseri umani?”

Risponde Michele Cercone, portavoce della Commissione:Europea per gli Affari interni.
“Già a partire dal 2010 la Commissaria Europea per gli Affari Interni Cecilia Malmström ha insistito per dotare l’Unione Europea di una serie di misure, legislative e non legislative, che permettano di combattare questo fenomeno che può essere definito a ragione una moderna forma di schiavitù.

Dunque l’Unione Europea si è dotata di una legislazione molto rigida ed estremamente efficace che permette di punire i criminali che sono alla base di questo tipo di attività e allo stesso tempo di proteggere meglio le vittime, che sono molto spesso delle persone vulnerabili che hanno subito traumi e che vanno assistite sia la momento del processo, in cui spesso aiutano anche a smascherare i loro persecutori, sia successivamente per reintegrarle all’interno della società e del mondo del lavoro.

Successivamente la Commisione Europea ha scelto e nominato un coordinataore europeo per la lotta alla tratta degli esseri umani, che ha il compito di coordinare a livello europeo le attività delle istituzioni, ma anche degli stati membri, e di tutti gli attori conivolti negli sforzi per combattere contro questo fenomeno.

Ancora più recentemente la Commnissione Europea ha dissegnato una strategia articolata attorno a 40 misure concrete per cercare di fermare e frenare il traffico degli esseri umani. Tra queste misure vanno sottolineate: la creazione di squadre di polizia congiunte che, grazie anche al sostegno di Europol e Eurojust, sono specializzate nella lotta alla tratta degli esseri umani; la creazione di una piattaforma di organizzazioni non governative attive in questo settore, per massimizzare i loro sforzi e i risultati; e la acreazione di una struttura di imprese che si impegnano a lottare contro la tratta degli esseri umani ma soprattutto sotto l’angolo dell’abuso e del lavoro in nero e dell’utilizzo di persone che sono vittime di tratta di esseri umani all’interno di realtà economiche europee.”

Se anche voi avete volte fare una domanda potete cliccare sul link qui sotto.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.