ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Aprire un conto in banca in Europa

Aprire un conto in banca in Europa
Dimensioni di testo Aa Aa

Domanda inviata al nostro sito da Astrid, Stoccolma:“Sono una cittadina svedese e presto per ragioni di lavoro mi trasferirò in un altro Paese europeo. Ho sentito dire che in alcuni Paesi europei le banche possono rifiutarsi di aprire conti correnti a cittadini stranieri. E’ vero?”.

Risponde Nina Koudelkova, Servizio Informazione Europe Direct:“Le banche sono libere di decidere se accettare o meno il tuo dossier per l’apertura di un conto. Si tratta di una decisione della banca. Prima di aprire un conto la banca vuole poter conoscere i suoi clienti potenziali. Questo può significare una maggiore accuratezza nel valutare le richieste di apertura dei conti da parte di cittadini non residenti nel Paese. E alcune banche hanno una politica interna che vieta di accettare come clienti cittadini non residenti nel Paese. Bisogna tenere presente che il rifiuto è giustificabile soltanto se sussistano ragioni valide. Le banche non posso discriminare i cittadini sulla base della nazionalità. Esistono anche istituti che offrono prodotti ad hoc per i cittadini stranieri. Consigliamo di controllare tutte le offerte che ci sono in giro relative ai non residenti. Se poi una banca dovesse rifiutare il suo dossier, può rivolgersi a un’associazione per la tutela dei consumatori come la European out of court complaints network for financial services”.

Per avere maggiori informazioni sull’Unione europea chiamare lo 00 800 6 7 8 9 10 11 oppure andare sul sito europa.eu/youreurope

Se volete fare la vostra domanda su Utalk, cliccate qui