ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Decine di vittime azere e armene negli scontri in Nagorno-Karabakh

La comunità internazionale esprime preoccupazione per gli scontri riesplosi nel Nagorno-Karabakh. Morti almeno 30 soldati (18 armeni e 12 azeri) e un

Lettura in corso:

Decine di vittime azere e armene negli scontri in Nagorno-Karabakh

Dimensioni di testo Aa Aa

La comunità internazionale esprime preoccupazione per gli scontri riesplosi nel Nagorno-Karabakh. Morti almeno 30 soldati (18 armeni e 12 azeri) e un 12enne. Altri sette civili figurano tra i numerosi feriti.

L’attuale scontro è il più grave tra Baku e Erevan dal 1994, quando si concluse la guerra per il controllo della regione separatista.

Secondo l’Armenia,l’Azerbaigian ha lanciato un massiccio attacco alla frontiera del Nagorno Karabakh con carri, artiglieria ed elicotteri, mentre Baku afferma che le sue forze hanno solo risposto al fuoco armeno.

La Russia, l’Unione europea e l’OSCE hanno subito chiesto ad Armenia e Azerbaigian di cessare le ostilità, mentre la Turchia ha espresso solidarietà all’alleato azero.

Martedì a Vienna si riunirà il gruppo di Minsk.

Il Nagorno-Karabakh, regione a maggioranza armena inclusa da Stalin nell’Azerbaigian, visse un sanguinoso conflitto dopo la dissoluzione dell’Unione sovietica, con circa 20.000 morti e un milione di sfollati.