ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pkk, Isis, gruppi eversivi: i troppi fronti di lotta della Turchia

I gruppi eversivi dell’estrema sinistra fanno la loro comparsa sulla scena del crescente clima di violenza che avvolge la Turchia. Nel lunedì nero in

Lettura in corso:

Pkk, Isis, gruppi eversivi: i troppi fronti di lotta della Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

I gruppi eversivi dell’estrema sinistra fanno la loro comparsa sulla scena del crescente clima di violenza che avvolge la Turchia.

Nel lunedì nero in cui il Paese ha subito 3 diversi attentati con un totale di 8 morti, al fronte aperto con i militanti curdi del Pkk e a quello con gli jihadisti dell’autoproclamato Stato Islamico, Ankara deve aggiungere anche la minaccia del “Fronte Rivoluzionario per la Liberazione del Popolo” (DHKP-C) che ha rivendicato l’attentato di ieri contro il Consolato Americano ad Istanbul.

Una giornata che era già stata segnata dagli attacchi attribuiti ai separatisti curdi: il primo un attentato kamikaze con un auto-bomba ad posto di polizia ad Istanbul, con 10 feriti tra cui 3 agenti. Il secondo, nel Sud-Est del Paese, dove 4 poliziotti sono rimasti uccisi al passaggio del loro blindato su una mina.

È di questa notte infine la notizia pubblicata dalla stampa turca che 7 militari sono stati sequestrati a un posto di blocco alla frontiera nel Sud-Est del Paese.