Annullato arresto ex parlamentare Giancarlo Pittelli

Accusato di bancarotta. Difesa:'prodigato per ripianare passivo'
Accusato di bancarotta. Difesa:'prodigato per ripianare passivo'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CATANZARO, 07 DIC - Il Tribunale della libertà di Catanzaro ha annullato l'ordinanza di custodia cautelare, revocando la misura degli arresti domiciliari, nei confronti dell'avvocato ed ex parlamentare di Fi Giancarlo Pittelli, indagato per la bancarotta della società dell'AT alberghiera. Lo hanno reso noto i suoi legali. I difensori, Astolfo di Amato, Salvatore Staiano e Guido Contestabile, è scritto in una nota, "hanno dimostrato come a fronte di ammanchi significativi operati da un terzo di cui l'indagine si è completamente disinteressata, l'avvocato Pittelli si sia prodigato per ripianare il passivo, saldando alcuni creditori più urgenti. Avrebbe pagato anche la Regione Calabria (per un finanziamento finito nelle tasche del terzo) se non fosse stato arrestato nell'ambito dell'operazione Rinascita Scott. Donde il fallimento su richiesta della Procura e non del creditore e le contestazioni di bancarotta". In sostanza, sostengono i legali, "l'intera vicenda restituisce la figura dell'indagato come soggetto che non ha intascato un solo euro e si è limitato a pagare dei debiti (non suoi) per evitare il fallimento". I difensori manifestano quindi "grande soddisfazione per il risultato ottenuto e auspicano che l'avvocato Pittelli non sia più privato ingiustamente della libertà personale". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'attività russa ad Adiivka "è rallentata drasticamente" dopo la conquista della città

Grecia, protesta degli agricoltori ad Atene: almeno duecento trattori

Londra, inizia l'ultima udienza per l'estradizione di Assange: negli Usa rischia 175 anni di carcere