EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

L'ex che ha ucciso Sofia rischia aggravante della premeditazione

Lui: "Le ho sentite parlare di ragazzi e mi sono arrabbiato"
Lui: "Le ho sentite parlare di ragazzi e mi sono arrabbiato"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - COLOGNO MONZESE, 30 LUG - Rischia l'aggravante della premeditazione Zakaria Atqaoui, il 23 enne reo confesso dell'omicidio della sua ex fidanzata Sofia Castelli, 20 anni, uccisa a coltellate all'alba di ieri a Cologno Monzese (Milano), in casa sua. Nessun segno di effrazione è stato rivelato dagli investigatori sulla porta di casa di Sofia, il che significa che il 23enne è riuscito a entrare in un altro modo, dopo aver atteso che la ragazza rientrasse. Le indagini coordinate dalla Procura di Monza nelle scorse ore hanno ricostruito quanto accaduto tra le 5.58 del mattino, ora in cui Sofia è rientrata a casa con un'amica dalla discoteca, e le 9.30, orario in cui Atquaoui si è presentato dalla Polizia Locale per costituirsi. Gli inquirenti, dopo aver ascoltato l'amica di Sofia che, ancora sotto shock, ha spiegato di non essersi accorta di nulla, stanno ora accertando l'esistenza di un duplicato delle chiavi di casa di Giulia, con cui il 23 enne avrebbe potuto entrare nel suo appartamento e aggredirla nel sonno. "Un giovane ragazzo molto provato", è come il suo avvocato di fiducia, Marie Louise Mozzarini, ha descritto Atqaoui che, ha precisato, "ha risposto alle domande del magistrato ed é stato molto collaborativo". La convalida del fermo è attesa per domani. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

VivaTech 2024: l'AI al centro dell'attenzione alla fiera tecnologica francese

Guerra Israele-Hamas: decine di morti a Gaza City e Deir al-Balah, l'Idf penetra a Rafah

Le notizie del giorno | 24 maggio - Mattino