EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Smartphone agli esami, preside 'scenda silenzio sulla vicenda'

"Applicato regolamento. Ha sbagliato, ma merita rispetto"
"Applicato regolamento. Ha sbagliato, ma merita rispetto"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

YDD (ANSA) - SULMONA, 27 GIU - "Spero vivamente che scenda presto il silenzio su questa storia, perché anche chi sbaglia merita rispetto, soprattutto se sta pagando pesantemente le conseguenze dell'errore". Lo afferma la preside del Liceo Vico di Sulmona (L'Aquila), Caterina Fantauzzi, all'indomani dell'estromissione dagli esami di maturità di un liceale dell'indirizzo economico-sociale, sorpreso mentre utilizzava lo smartphone durante la seconda prova scritta. Il giovane dovrà ripetere gli esami e l'ultimo anno di studi. "L'espulsione dello studente dagli esami di stato ha addolorato tutta la comunità scolastica; tuttavia, la Commissione ha agito nel rispetto delle regole perché, rilevato il comportamento scorretto, ha applicato le disposizioni ministeriali che non lasciano spazio a interpretazioni. Nel rispetto della legalità, la Commissione non poteva assumere una decisione diversa, a tutela della validità dell'esame di tutti i candidati. Rimane il dispiacere per il ragazzo che sarà costretto a ripetere l'anno - dichiara la preside - E' un alunno intelligente, l'argomento era accessibile e, sicuramente anche senza cellulare, avrebbe potuto svolgere il compito in maniera egregia. A settembre accoglieremo lo studente con un abbraccio perché, al di là della sanzione, non merita questo frullatore mediatico e per questo gli esprimiamo vicinanza sin da ora". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Olimpiadi: tuffo nella Senna per la ministra dello Sport Oudéa-Castéra

János Bóka: "L'Europa deve avere rapporti diplomatici con la Russia"

Spagna: sette feriti nella festa a Pamplona, nessuno dalle corna dei tori