Ragazza morta dopo una caduta dal terrazzo,ex fidanzato indagato

Inchiesta della Procura per istigazione al suicidio, atto dovuto
Inchiesta della Procura per istigazione al suicidio, atto dovuto
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOSA, 26 APR - È indagato per istigazione al suicidio, Nicola Tanda, il 25enne di Bosa, presente la notte tra domenica e lunedì quando la sua ex ragazza, la 22enne romana Giada Calanchini, è precipitata dal terzo piano della abitazione del centro dell'Oristanese, in via Del Ginnasio, dove i due avevano fatto ritorno la sera del 23 aprile dopo avere trascorso una serata in compagnia di altri amici. La ragazza è morta dopo 12 ore di agonia all'ospedale San Francesco di Nuoro. Un atto dovuto per la Procura di Oristano e che permette una serie di accertamenti tecnici come i rilievi sull'immobile del ragazzo ora sotto sequestro, sui telefonini dei giovani e anche in vista dell'autopsia sul corpo della 22enne che verrà eseguita domani mattina all'ospedale San Martino di Oristano dall'anatomopatologo Roberto Demontis. Un esame che potrà accertare se le ferite riportate dalla ragazza nella caduta da un'altezza di una decina di metri, siano compatibili con il suicidio, ipotesi che prende sempre più corpo dopo le prime indagini degli investigatori. "Non ho alcun dubbio su quel ragazzo - ha detto qualche giorno fa al quotidiano Il Messaggero il padre di Giada Calanchini - so per certo che sta soffrendo quanto e come me che sono il padre. È stato un gesto plateale da parte di mia figlia che, forse, non voleva spingersi davvero a tanto, penso che la situazione le sia sfuggita di mano". Secondo la ricostruzione dei carabinieri della Compagnia di Macomer, Giada aveva passato la serata insieme all'ex ragazzo e ad altri amici al Bosa Beer Festival, poi i due ex fidanzati sono ritornati a casa di lui in via Del Ginnasio, nel centro storico della cittadina sul fiume Temo. Qui probabilmente Giada, che si era trasferita in Sardegna qualche anno fa per amore del ragazzo, sperava in una ricomposizione della relazione di cui non avrebbe accettato la fine. Ma le cose non sarebbero andate per il verso giusto e a quel punto sarebbe salita sul terrazzo e si sarebbe buttata nel vuoto sotto gli occhi dell'ex fidanzato. Invano il tentativo del 25enne che avrebbe tentato in tutti i modi di salvarle la vita tirandola all'indietro. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele, capo intelligence militare Haliva si dimette per l'attacco del 7 ottobre di Hamas

La pazza corsa alla spesa militare in Europa, l'Italia non partecipa

Kosovo, serbi boicottano il voto: fallisce il referendum contro i sindaci albanesi