EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Assessore Venezia, vendiamo Klimt per finanziare Bosco Sport

La proposta dopo le perplessità di Bruxelles su uso fondi Pnrr
La proposta dopo le perplessità di Bruxelles su uso fondi Pnrr
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VENEZIA, 09 APR - Il Comune di Venezia rilancia l'idea, come fece nel 2015, di vendere l'opera di Klimt, 'La Giuditta' per recuperare i fondi da destinare al progetto 'Il Bosco dello Sport', dopo le perplessità di Bruxelles sull'utilizzo dei fondi del Pnrr per finanziare l'opera. Ad avanzare nuovamente la proposta è Renato Boraso, assessore lagunare alla mobilità, alle infrastrutture e alla viabilità che dichiara che "se proprio non si troverà una soluzione, una via d'uscita estrema per recuperare le risorse c'è: possiamo vendere la Giuditta di Klimt. Nel 2015 quando l'idea venne al nostro sindaco Luigi Brugnaro, l'opera era valutata tra i 70 e i 90 milioni di euro, adesso varrà sicuramente di più. Proprio la somma di cui c'è bisogno". Boraso fa riferimento a quei 93,5 milioni di euro del finanziamento agognato tramite il Pnrr che servirebbe per il 'Bosco dello Sport', un complesso che include lo stadio e un' arena in un'area verde, progetto valutato in 308 milioni di euro, attraverso anche fondi pubblici. Ma Bruxelles, pur se non ha ancora deciso, sembra propendere per uno stop al finanziamento del Pnrr oltre che per Venezia anche per la riqualificazione dello stadio Artemio Franchi di Firenze. oraso ha quindi rispolverato l'ipotesi già avanzata nel 2015 dal sindaco Brugnaro di vendere delle opere d'arte di proprietà dei Musei Civici, in particolare un Klimt e uno Chagall, per far quadrare i bilanci. Una provocazione che vide al tempo la netta contrarietà dell'allora sottosegretaria ai Beni culturali, Ilaria Borletti Buitoni, e che ora dopo le dichiarazioni dell'assessore veneziano seguiranno sicuramente nuove critiche. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cosa ha causato il crollo del ristorante Medusa a Maiorca?

Cosa pensano i georgiani della nuova legge sull'influenza straniera?

Ilaria Salis a processo senza catene a Budapest: giudice rivela indirizzo dove sconta i domiciliari