Emiliano,nessuna alleanza con Italia Viva e Azione in Puglia

I tre consiglieri fuori dalla maggioranza lascino incarichi
I tre consiglieri fuori dalla maggioranza lascino incarichi
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BARI, 09 FEB - Nessuna alleanza in Puglia con Azione e Italia Viva, nemmeno nei Comuni, e una nuova richiesta ai consiglieri regionali di lasciare la maggioranza. E' quanto sollecita il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, al termine della riunione di maggioranza che si è tenuta oggi pomeriggio. Il governatore, in particolare, chiede ai tre fuoriusciti da Pd e lista civiche ed approdati ad Azione "di essere coerenti con la loro scelta legittima e di dimettersi dalle funzioni ricoperte in virtù della precedente appartenenza politica". Il riferimento è a Fabiano Amati e Ruggiero Mennea (ex Pd) e a Sergio Clemente (ex Popolari). "La situazione rasenta il comico - ha dichiarato Emiliano - i consiglieri in questione, pur avendo loro deciso di lasciare la compagine con la quale sono stati eletti, pur essendo stati estromessi dalla maggioranza, quindi non facendone più parte, assistiamo al paradosso di una loro pervicace resistenza ad occupare gli incarichi ricoperti, in funzione di un'appartenenza venuta meno". "Non si dimette il membro di maggioranza che faceva parte dell'Ufficio di Presidenza - ha detto Emiliano - e non si dimette il presidente della commissione Bilancio, il che naturalmente crea qualche problema. Provocazioni, forse, nei confronti dei consiglieri che mi auguro il buon senso ci consentirà di superare, con le dimissioni dei due colleghi che hanno fatto scelte diverse. Anche per rispetto sia del Consiglio regionale sia dei colleghi di maggioranza". Emiliano poi annunciato che "la maggioranza che governa la Regione Puglia ha dato indicazioni generali alle amministrazioni comunali, ai sindaci e darà medesimo input ai partiti, al M5S, al Partito Democratico di non fare alleanze, neanche nelle prossime elezioni comunali con Azione o Italia Viva che sono all'opposizione politica di questa maggioranza". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: la Camera approva gli aiuti all'Ucraina per 61 miliardi di dollari

Gaza: Erdoğan incontra Ismail Haniyeh e il ministro degli Esteri egiziano a Istanbul

Migranti, i Paesi europei del Mediterraneo chiedono cooperazione e nuovi fondi