EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Giorno Ricordo, Comitato "serve adeguata copertura mediatica"

Lettera a presidenti Rai, Mediaset, La7 e direttori Tg nazionali
Lettera a presidenti Rai, Mediaset, La7 e direttori Tg nazionali
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 28 GEN - Il presidente nazionale del Comitato 10 Febbraio, Silvano Olmi, ha scritto una lettera, lo scorso 10 gennaio, indirizzata ai presidenti di Rai, Mediaset, La7 e ai direttori dei Telegiornali nazionali, in cui chiede "un'adeguata copertura mediatica in occasione del Giorno del Ricordo" che si celebra il 10 febbraio di ogni anno per ricordare i massacri delle foibe e l'esodo giuliano dalmata. "Il 10 febbraio si celebra il Giorno del Ricordo - ha scritto Olmi - che quest'anno assume un'importanza particolare, in quanto ricorre l'80/mo anniversario dell'inizio degli infoibamenti al confine orientale d'Italia". Infatti, "immediatamente dopo l'armistizio reso noto l'8 settembre 1943, i partigiani comunisti slavi iniziarono a sequestrare, torturare e gettare ancora vivi nelle foibe i nostri connazionali. Questa prima fase terminò in ottobre e vi rimase vittima, tra gli altri, Norma Cossetto, uccisa la notte tra il 4 e il 5 ottobre 1943 nella foiba di Villa Surani, e il cui cadavere fu riportato alla luce il 10 dicembre successivo. Un crimine terribile, quello degli infoibamenti, che venne ripetuto in forma più ampia a partire dal maggio 1945 e al quale fece seguito il dramma dell'esodo di 350mila italiani, costretti ad abbandonare le loro case e a essere Esuli in Patria". "Nella mia lettera inviata ai presidenti di Rai, Mediaset e La7 e ai direttori dei Tg nazionali - conclude Olmi - ho chiesto che questi tragici fatti siano adeguatamente ricordati nell'intero mese di febbraio, con servizi e approfondimenti giornalistici, facendo parlare chi ancora può raccontare poiché, per troppi anni, è calato un vergognoso silenzio su questa pagina di storia nazionale". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in Francia, lo scenario di un governo di minoranza del Rassemblement National

Le notizie del giorno | 24 giugno - Serale

Aborto, le donne brasiliane scendono in strada contro proposta di legge "criminalizzante"