This content is not available in your region

Design: addio a Gismondi, fondatore di Artemide

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Boeri, 'ha illuminato il mondo'. Sala, 'seguire sua lezione'
Boeri, 'ha illuminato il mondo'. Sala, 'seguire sua lezione'

(ANSA) – MILANO, 01 GEN – Non ci sono parole migliori di
quelle dell’amico Stefano Boeri – “Ha illuminato con Artemide il
mondo” – per ricordare Ernesto Gismondi, fondatore e presidente
di uno dei brand di illuminazione che hanno fatto grande il
design italiano, mancato pochi giorni dopo aver compiuto 89
anni, che aveva festeggiato la notte di Natale. Nato a Sanremo proprio il 25 dicembre del 1931, sposato con
Carlotta de Bevilacqua, vicepresidente del gruppo, subito dopo
la laurea in Ingegneria Aeronautica al politecnico di Milano e
quella in Ingegneria Missilistica alla Scuola superiore di
Ingegneria di Roma. Gismondi – che veniva chiamato ‘l’ingegnere’
- fin dai primi anni ‘60 si dedicò alla progettazione e alla
produzione di apparecchi per l’illuminazione, fondando con il
designer Sergio Mazza Studio Artemide S.a.s., dal quale si
sviluppò poi il Gruppo Artemide, che ha tuttora sede a Pregnana
Milanese. Sotto la sua guida, Artemide è diventato uno dei
principali operatori nel settore dell’illuminazione di design,
un ruolo che gli è valso riconoscimenti quali il Premio Compasso
d’Oro alla Carriera (1994) e l’European Design Prize (1997). “E’
proprio a persone come Ernesto Gismondi – scrive il sindaco di
Milano Giuseppe Sala – che dobbiamo lo sviluppo del design
milanese come sinonimo del Life Style italiano in tutto il
mondo”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.