ULTIM'ORA
This content is not available in your region

"Gunda", pellicola in difesa dei diritti degli animali

euronews_icons_loading
Screengrab
Screengrab   -   Diritti d'autore  from AP video
Dimensioni di testo Aa Aa

L'ultimo lavoro del documentarista russo Victor Kossakovsky è una pellicola in bianco e nero, senza esseri umani nè dialogo: protagonista è Gunda (che è anche il titolo), una scrofa che vive insieme ad altri animali in una fattoria.

Si tratta della vita di questa maialina, vissuta in diversi momenti: non mancano dolori, quando vede il suo amico del cuore finire al macello, e gioie, rappresentate da una tenera storia d'amore.

Negli anni '60, il regista divenne il primo vegetariano conosciuto nell'ex Unione Sovietica: da allora, porta avanti la sua lotta in difesa dei diritti degli animali.

from AP video
Screengrabfrom AP video

"Stiamo uccidendo un miliardo di maiali l'anno - afferma - non pensiamo nemmeno che sia assurdo, stiamo uccidendo mezzo miliardo di mucche l'anno e non ci chiediamo nemmeno se sia corretto: è giusto dire che stiamo uccidendo 50 miliardi di polli l'anno? È tempo per la rivoluzione dell'empatia".

"Gunda" uscirà nelle sale americane il 16 aprile e a seguire in tutta Europa.