ULTIM'ORA
This content is not available in your region

I cavi elettrici sottomarini porteranno energia stabile e pulita alle isole Cicladi

euronews_icons_loading
I cavi elettrici sottomarini porteranno energia stabile e pulita alle isole Cicladi
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Per decenni le isole Cicladi hanno subito frequenti interruzioni di corrente che hanno causato seri problemi alle imprese e ai residenti. Ora questo arcipelago greco sta beneficiando di un approvvigionamento energetico più stabile, grazie a "Cyclades Interconnection", un progetto europeo che collega le isole con la rete elettrica della Grecia continentale, ma anche tra di loro.

Di cosa si tratta? Di centinaia di chilometri di cavi sottomarini ad alta tensione da 150.000 volt ... l'interconnessione è la più lunga del suo genere al mondo.

Quest'autunno è il turno di Naxos ricevere elettricità di alta qualità, tramite una nuova sottostazione costruita sull'isola dall'Independent Power Transmission Operator (IPTO).

Dice Nikolaos Margoutas - Responsabile del progetto ''Interconnessione delle isole Cicladi'': «La rete elettrica, già stabile e robusta della Grecia continentale, è ora trasferita alle isole. Questo rende il sistema più potente. Non subiremo più le frequenti interruzioni di corrente sulle isole a causa di pessime condizioni meteo».

Il progetto di interconnessione delle Cicladi è iniziato nel 2017 e prevede 4 fasi, la quarta dovrebbe essere completata entro il 2024.

Questo colossale progetto infrastrutturale ha un budget di 782,4 milioni di euro, in gran parte cofinanziato dall'IPTO, l'operatore indipendente di trasmissione di energia della Grecia, (338,7 milioni di euro) e dalla politica di coesione europea con 276 milioni di euro.

Al termine del processo, una decina di isole dell'arcipelago saranno collegate alla rete elettrica continentale. Si tratta di Syros, Paros, Mykonos, Andros, Tinos, Naxos e Santorini, Milos, Folegandros e Serifos.

Ricca di storia e di paesaggi da sogno, Naxos, come il resto delle Cicladi, riceve ogni anno migliaia di visitatori da tutto il mondo, nonostante la pandemia Covid-19. Per questo proprietario di alberghi l'alta tensione sarà un vantaggio perché finora i problemi elettrici dell'isola hanno avuto un impatto diretto sul suo lavoro. Stelios Vathrakokilis - Proprietario dell'hotel afferma: «Se l'elettricità viene interrotta durante l'estate, tutte le attività turistiche hanno problemi. Quando l'elettricità viene interrotta di notte e le luci di sicurezza si accendono, gli ospiti si spaventano. Hanno ragione visto che pagano tanto e non hanno nemmeno l'aria condizionata ".

Oltre a stimolare il turismo, le isole abbandonano i generatori di carburante per avere ambiente più pulito.

Così Ioannis Margaris - Vicepresidente di IPTO (Independent Power Transmission Operator): "Le centrali che bruciano combustibili fossili stanno chiudendo. Le bollette pagate dai consumatori si ridurranno di molto. L'interconnessione delle isole non è una soluzione contraria all'energia verde. È esattamente la strada che deve percorrere l'energia rinnovabile".

Questo progetto, troppo a lungo atteso dalle Cicladi, porterà ancora più sviluppo in un territorio martoriato dalla crisi del Covid di quest'anno.