Mascherine, Piemonte vuole produrle da s

Mascherine, Piemonte vuole produrle da s
Regione punta farne 10 milioni al mese con aziende territorio
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 18 MAG - La Regione Piemonte, grazie alle sue 700 aziende tessili con oltre 6.500 addetti, punta a diventare autosufficiente nella produzione di mascherine. "Abbiamo la capacità come sistema produttivo e come istituzioni di superare le crisi se agiamo in modo sinergico, mettendo in relazione le varie e tante eccellenze che popolano il nostro territorio, tutto questo per fornire gli strumenti corretti per aumentare e tutelare la nostra salute", commenta l'assessore regionale alle Attività Economiche e produttive, Andrea Tronzano. "Stiamo lavorando col Politecnico di Torino, che ha aperto un tavolo con l'Ente Certificatore UNI, per varare una prassi e poi una norma italiana sulle 'mascherine di comunità', in modo da realizzare in Piemonte mascherine 'a chilometro zero'. Prevediamo di produrre oltre 10 milioni al mese di mascherine tessili lavabili con inserti ricambiabili in tessuto non tessuto (TNT) e di mascherine usa-e-getta auto-componibili 'origami' in TNT, tutte prodotte nel nostro territorio".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ilaria Salis candidata alle elezioni europee con Alleanza Verdi e Sinistra

Polonia, arrestata sospetta spia russa: raccoglieva informazioni per attacco a Zelensky

Crisi in Medio Oriente, tra gli italiani preoccupazione e insoddisfazione per il ruolo dell'Ue