ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Quali sono le incognite della fase 2 in Europa

euronews_icons_loading
Quali sono le incognite della fase 2 in Europa
Diritti d'autore  Christophe Ena/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Analizzare le cifre dei casi di Covid dall'inizio dell'epidemia fino a ora, Passo fondamentale per cercare di capire cosa potrebbe accadere nella fase 2, quella del semi-liberi tutti.

Il numero ufficiale dei morti, come dei ricoverati, in Italia, e in altri Paesi europei, è in calo. ma resta il mistero riguardante quello dei positivi, quanti sono stati? Quanti sono ora?

Tutto questo in Paesi, come la Penisola, che devono affrontare la depressione economica in tempo di pace più grave della loro storia. La produzione italiana, secondo il ministro dello sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha avuto una flessione del 50%.

Ma l'epidemia ha segnato il morale di molti cittadini. Anche in posti relativamente risparmiati dall'infezione. In un mercato romano, con le transenne e la segnaletica che stabilisce le distanze personali, un uomo di mezza età, non nasconde qualche timore, dicendo:

"Piano piano, torna una sensazione di normalità. Ma dobbiamo pensare anche alla sicurezza, perché è quello di cui abbiamo bisogno per avanzare. Ne abbiamo bisogno, se no rimpiomberemo nell'isolamento e in un Paese che non funziona"

Se in Italia le autorità dichiarano 29 mila morti, in Francia ce ne sono piu di 25 mila. L'Esagono rilasserà le misure di contenimento a partire dal'11 maggio. Ma non tutti sono d'accordo. Il senato transalpino ha simboilcamente votato contro le misure governative di progressivo allentamento, approvate la settimana scorsa dall'assemblea nazionale.

il presidente Macron e' intervenuto in difesa dei prrovvedimenti, dichiarando:

"Voteremo questa settimana. Per ora ci stiamo organizzando a livello locale. giovedì annunceremo tutti i dettagli. Ci prepariamo. E in questo modo faremo le cose come si deve in tutto il paese".

Dall'altra parte della Manica, nel Regno Unito, l'Isola di Wight, nell'Hampshire, prepara la app di tracciabilità Nhs covid-19. Grazie a questo sistema, chiunque abbia i sintomi può informare il servizio sanitario nazionale, affinché avvisi le persone incontrate. Ma non tutti sono d'accordo con questa soluzione di deconfinamento. Un cittadino locale ha qualche dubbio:

"Gli anziani non hanno la più pallida idea di come utilizzare la app. Quindi è inutile. perché i più vulnerabili sono proprio loro".

Ma altri la pensano diversamento pur di uscire dal confinamento, dice infatti una donna:

"Ma certo, usiamo la app, se può essere di aiuto, torniamo alla normalità"

Nel mondo il covid ha fatto oltre 250 mila morti, afferma la John Hopkins University.

Ma si stanno allentando le misure sanitarie. È il momento delle scelte, tra il rischio di una ricaduta, e quella del collasso dell'organizzazione economica mondiale come l'abbiamo consociuta da 40 anni a questa parte.