ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Occhi puntati sulle elezioni politiche in Slovacchia

euronews_icons_loading
Occhi puntati sulle elezioni politiche in Slovacchia
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Al via i preparativi per la fine della campagna elettorale in Slovacchia

I leader politici del paese si preparano a un dibattito televisivo sul canale nazionale. E per il Primo Ministro in carica, che si posiziona al secondo posto negli ultimi sondaggi, le vecchie divisioni politiche del passato sembrano non esistere piú.

“Non è più una lotta tra idee e programmi. Ad esempio, i socialdemocrati che combattono con la destra o qualcosa del genere, non è piu' cosi'. Quale potrebbe essere il futuro della Repubblica slovacca se ci sono partiti senza esperienza, persone non ben preparate. Può essere pericoloso per la stabilità della Slovacchia e dell'Unione europea" ha detto Peter Pellegrini, primo ministro slovacco,

Uno dei suoi sfidanti è di estrema destra, del partito popolare indicato come neo fascita , che è in terza posizione al 10% e vuole un ritorno ai valori cristiani, una linea dura sull'immigrazione e la fine di quello che ritengono sia un trattamento preferenziale per la minoranza rom.

Ma in Slovacchia la questione della corruzione incombe sulle elezioni, uno stato parallerlo all'interno dello stato, scoperto dopo lo scioccante omicidio di un giornalista e della sua fidanzata due anni fa.

Ci sono state proteste di massa e oggi il partito populista in testa lo rivendica come motivo per cui gli elettori si stanno riversando su di loro.

“La mafia è stata in grado di uccidere una persona, e non era una come le altre, era un giornalista. Quindi il livello di corruzione è davvero molto alto in Slovacchia, la gente pensa che siamo alla fine dell'Unione Europea. E le persone vogliono vivere in un paese sano, siamo nel mezzo dell'Europa ” ha affermato Eduard Heger del partito di opposizione Olano.

"Siamo a un incrocio e dobbiamo decidere: vogliamo essere uno stato mafioso o una democrazia, dove lo stato di diritto e le istituzioni democratiche sono l'obiettivo, o prendiamo semplicemente la strada dell'Ungheria? " ha ribadito Beato Bologovà direttrice di SME.

Ma qualunque sia il percorso che gli elettori slovacchi sceglieranno questa campagna ha già radicalmente cambiato la politica del Paese per gli anni a venire.