Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

La ricciola giapponese diventa un must

La ricciola giapponese diventa un must
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

La ricciola è uno dei pesci preferiti in Giappone. Lo mangiano crudo con il sashimi o cotto in molti modi.

Noi di Taste abbiamo visitato alcuni degli allevamenti nella regione di Wakayama. Qui ricercatori della Kindai University stanno lavorando a quella che chiamano la "Rivoluzione blu":

Produrre pesce completamente allevato, senza catturare quelli in mare. Nelle reti troviamo le ricciole, chiamate, in giapponese Buri, uno dei prodotti più esportati del Paese del Sol Levante. La tecnica di allevamento ittico consente di soddisfare la domanda ... e preservare gli oceani.

Naoki Taniguchi, un coltivatore, ci spiega: "Coviamo noi le uova e alleviamo i pesciolini con amore. Quando sono abbastanza grandi, li portiamo in questa fattoria in mare e dopo 2 anni, quando raggiungono dai 3 ai 5 chili, e li proponiamo ai nostri consumatori."

Il gusto è la parola chiave: questa azienda sfrutta le opportunità commerciali delle innovazioni. Esporta in molti parti del mondo, tra cui l'Europa, dove sempre più ristoranti stanno proponendo la ricciola nel loro menu ... senza aspettare la stagione della pesca. Masahiko Ariji- Vice Presidente della Shokuen ci fa notare che loro sono in grado di produrre per tutta la stagione ricciola coltivata di qualità. "Prima non potevamo raggiungere la qualità del pesce selvatico, ma oggi il nostro allevamento è di qualità superiore, in particolare ha più polpa.”

La ricciola è uno dei pesci preferiti dai giapponesi. Per capirne di più, siamo andati ad Osaka ... In un ristorante specializzato in questo piatto. Lo chef è stato così gentile da mostrarci come avere successo con la ricciola. Il buri ha una consistenza forte, è grasso ma non è pesante. Si consiglia di cucinarlo crudo, perché è così che piace di più in Giappone, ed è così che lo preferiscono tutti. Ma è ottimo anche cotto al vapore o fritto.

Un poeta giapponese una volta disse: "La cucina del Paese del Sol Levante giapponese deve essere guardata piuttosto che mangiata".