ULTIM'ORA

Il kosovo chiama hollywood

Il kosovo chiama hollywood
Dimensioni di testo Aa Aa

Per la sesta volta il Kosovo bussa alla porta di Hollywood con un film drammatico che punta ad entrare nella cinquina dei candidati agli Oscar come miglior film straniero. "Zana" è un film che racconta l'inferno di una donna sullo sfondo della guerra dei balcani , schiacciata tra la perdita di un figlio e un problema di infertilità che le impedisce una nuova gravidanza.

E' ispirato da una storia vera ma la trama è immaginaria, e nasce dalle esperienze vissute dalla regista Antoneta Kastrati durante la guerra nei Balcani. "Ero un'adolescente e ho perso mia madre e mia sorella - spiega - sono state uccise. Ho voluto soffermarmi sugli effetti a lungo termine della guerra e sulla mia esperienza personale di gestione dei traumi postbellici e degli incubi.

L'ultima speranza della protagonista del film è abbandonare la medicina tradizionale per chiedere aiuto a un guaritore tra esorcismi e rituali dai contorni inquietanti. E i vecchi traumi riemergono.

L'interprete principale, Adriana Matoshi, dice che non è stata una parte facile da interpretare per l'altissimo livello di immedesimazione.

Il film è stato presentato in anteprima mondiale al Toronto International Film Festival ed è stato accolto molto bene dalla critica cinematografica internazionale. Per il Kosovo, che ci prova per la sesta volta, potrebbe essere la volta buona.

La consegna degli Oscar è fissata per il prossimo 9 febbraio.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.